Formazione in Sanità, protocollo d’intesa tra Regione, Aiop e Cefpas

on . Postato in Notizie

Barbara Cittadini 1 marzo 2016

 

PALERMO (1 MARZO 2016). Il Dipartimento attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale per la Salute, l’Aiop e il Cefpas hanno firmato ieri un protocollo d’intesa per la formazione in Sanità. L’accordo è stato sottoscritto da Ignazio Tozzo, dirigente generale del Dasoe, Barbara Cittadini, presidente di Aiop-Sicilia, l’associazione alla quale aderiscono le case di cura accreditate, e Angelo Lomaglio, direttore del Cefpas, il centro di riferimento regionale per la formazione permanente e l’aggiornamento professionale degli operatori socio-sanitari. Le parti hanno concordato di avviare progetti che riguardano la formazione professionale del personale dipendente delle istituzioni sanitarie che fanno capo all’Aiop. Il Cefpas si impegna a rispondere alle richieste di realizzazione di attività che siano interamente progettate per rispondere al fabbisogno formativo di Aiop-Sicilia o di una singola struttura associata. Un’intesa che servirà ad avere personale sanitario sempre più qualificato, a vantaggio dei pazienti e di un’adeguata risposta alla domanda di Salute dei cittadini. 
"Il protocollo vuole raggiungere il duplice obiettivo di pervenire ad una formazione che non faccia differenze tra operatori delle strutture pubbliche e private accreditate, in modo da omogeneizzare verso l'alto le prestazioni sanitarie rese ai cittadini - afferma Ignazio Tozzo -, nonchè di sfruttare al meglio le notevoli potenzialità del Cefpas per le quali la Regione investe annualmente significative risorse finanziarie".
 
“Per l’Aiop si tratta di un importante risultato nell’ambito del percorso di formazione continua del proprio personale, con l’obiettivo di offrire ai siciliani un’assistenza sempre più qualificata e prestazioni di qualità – dichiara Barbara Cittadini -. L’Associazione, nell'ambito del percorso di miglioramento intrapreso ormai da anni, ha ritenuto di doversi impegnare per promuovere e coordinare iniziative che giovino al potenziamento e alla valorizzazione della funzione sanitaria e sociale svolta dall’ospedalità privata, favorendo il diritto dei pazienti a fruire di prestazioni sanitarie qualificate ed efficaci. L'Aiop, a tal fine, costituisce e mantiene, anche attraverso un rapporto federativo con enti, associazioni e comitati a livello nazionale e internazionale, rapporti istituzionali finalizzati alla realizzazione degli scopi dell’associazione e, più in particolare, a dare un contributo al miglioramento complessivo del sistema Sanità".
 
"Il protocollo di intesa rappresenta un'importante dimostrazione della volontà di operare in Sicilia per un sistema integrato di formazione permanente in campo sanitario che miri ad offrire una sempre più ampia e qualificata offerta formativa agli operatori di aziende ed istituzioni sanitarie sia pubbliche che private - aggiunge Angelo Lo Maglio -, con l'obiettivo di migliorare la qualità e l'efficacia delle prestazioni sanitarie offerte ai cittadini in tutto il sistema integrato della Sicilia, con una particolare attenzione rivolta al tema della sicurezza del cittadino malato. Il ruolo della formazione sanitaria per vincere la sfida dell'innovazione, della qualità e della sicurezza del sistema è ormai evidente a tutti gli attori della Sanità siciliana: l'accordo siglato  ne è una prova".

Protocollo d’intesa tra Regione, Aiop e Cefpas

Consiglio Nazionale AIOP a Catania

on . Postato in Notizie

Pelissero e Cittadini

Ricerca e innovazione in Sanità,l’Aiop nazionale si riunisce in Sicilia

 PALERMO (23 FEBBRAIO 2016). L’Associazione italiana ospedalità privata, guidata dal Presidente Nazionale, professore Gabriele Pelissero, sceglie la Sicilia per riunire il Comitato esecutivo e il Consiglio nazionale. L’appuntamento è a Catania per oggi e domani all’hotel Baia Verde, dove i rappresentanti dell’ospedalità privata di tutta Italia si riuniranno per discutere di ricerca e innovazione in Medicina. Un appuntamento di rilievo nazionale, che consentirà di compiere un’analisi sugli scenari, attuali e futuri, della sanità e sulle nuove  esigenze del Servizio Sanitario Nazionale e dei cittadini e che rappresenta, altresì, un’importante occasione per un confronto tra esperti della ricerca.

A fare gli onori di casa sarà il Presidente di Aiop Sicilia, dott. Barbara Cittadini, che è anche Vicepresidente nazionale dell’Associazione ospedalità privata. Il programma dei lavori prevede la riunione del Comitato esecutivo di Aiop nel pomeriggio di martedì, mentre l’indomani, a partire dalle 9,30, si svolgerà la sessione di studi su “La ricerca scientifica nell’ospedalità privata: un costo o un valore?” Alla giornata di studi, moderata dal Prof. Sergio Castorina della facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Catania, interverranno il Dott. Gaetano Guglielmi, Direttore Ricerca, innovazione e vigilanza del Ministero della Salute, il Prof. Gianvito Martino, Direttore Divisione di Neuroscienze IRCCS San Raffaele, il Prof. Carlo Ventura, Direttore scientifico GVM Care & Research, il Prof. Enrico Rizzarelli, Presidente CIS Distretto Biomedico Regione Siciliana. Apriranno i lavori, portando il loro saluto, oltre alla dott. Barbara Cittadini, l’avv. Ettore Denti, Presidente Aiop Catania, il dott. Massimo Buscema, Presidente Ordine dei Medici di Catania, il Prof. Francesco Basile, presidente scuola Facoltà di Medicina, il prof.  Giacomo Pignataro, Rettore dell’Università degli studi di Catania. Concluderà i lavori il Presidente nazionale di Aiop, Prof. Gabriele Pelissero, Presidente gruppo San Donato.

“ Come Presidente di Aiop Sicilia ma, soprattutto, come siciliana sono orgogliosa che sia stata individuata Catania come sede dei prossimi incontri nazionali della nostra Associazione e della giornata di studi sulla ricerca in sanità privata, in quanto tale scelta rappresenta un  riconoscimento dell’impegno e del valore dell’ospedalità privata siciliana - afferma Barbara Cittadini.  La  partecipazione dei dirigenti dell’ospedalità privata italiana, dei ricercatori e delle autorità presenti consentirà di attivare un proficuo confronto in un consesso scientifico, culturale, imprenditoriale ed associativo di alto profilo, che si prefigge l'obiettivo di avviare un circuito virtuoso e sinergico di dialogo tra esperienze, forze e culture diverse, di mettere in rete riflessioni, analisi e competenze. Sono certa che gli illustri relatori che parteciperanno, ci illumineranno su un tema che sta canalizzando grandi energie positive. La ricerca scientifica va incentivata, sia nel pubblico che nel privato, per garantire ai cittadini progresso e innovazione e, quindi, una sanità sempre più efficace e coerente alla domanda di salute dei pazienti”.