Aiop e Anmdo insieme

on . Postato in Notizie

Cittadini AIOPAiop e Anmdo insieme
Il successo dell'evento promosso da Barbara Cittadini

giovedì 19 novembre 2015


Si è svolto a Palermo, il 12 e 13 novembre, un seminario di studi su “La corretta gestione della documentazione sanitaria nelle strutture ospedaliere”. L’evento è stato finalizzato a fornire ai molteplici operatori sanitari coinvolti nella redazione della documentazione sanitaria ospedaliera, strumenti aggiornati, in special modo rispetto agli standard Joint Commission International ed al piano annuale controlli analitici. Con riferimento alla cartella clinica elettronica sono stati illustrati gli ulteriori vantaggi per il controllo di gestione aziendale.
Molto soddisfatti gli organizzatori dell’evento: Barbara Cittadini, Presidente Aiop Sicilia e Vice Presidente Nazionale, Rosario Cunsolo, Presidente Anmdo Sicilia, e Giovanni Centineo, Coordinatore del Comitato scientifico Anmdo.
Nel suo intervento di apertura, Barbara Cittadini ha evidenziato che “Uniformare i diversi linguaggi, migliorare la qualità e la completezza delle informazioni a disposizione degli operatori sanitari, al fine di garantire maggiore appropriatezza e sicurezza delle cure, dovrebbe essere l’obiettivo comune di tutti coloro che operano responsabilmente nelle aziende sanitarie. Sarebbe pertanto auspicabile” – ha aggiunto ancora Cittadini – “intraprendere un progetto comune finalizzato alla promozione di una cultura professionale che attribuisca un valore innovativo alla documentazione sanitaria, in termini di completezza, interdisciplinarietà, integrazione e sicurezza, nei confronti del paziente, degli operatori e dell’organizzazione, ed alla facilitazione del processo di integrazione interprofessionale, con particolare riferimento alla trasmissione delle informazioni riguardanti il percorso di cura e la continuità tra i diversi settori assistenziali”.L’evento ha riscosso un’ampia partecipazione, che ha consentito ad Aiop e ad Anmdo Sicilia di lavorare insieme con grande successo, vista la partecipazione e il confronto di molti direttori sanitari di ospedali pubblici e privati, e di parecchi imprenditori della sanità.

 

Cittadini saluto ANMDO

Palermo, prima edizione della Scuola di formazione

on . Postato in Notizie

IMG 1015

Gabriele Pelissero, Presidente nazionale Aiop e Barbara Cittadini, Vice Presidente nazionale e Presidente Aiop Sicilia

 hanno inaugurato a Palermo, il 12 ottobre scorso, il primo dei cinque seminari della Scuola di Formazione Aiop 2015, dedicati alla presentazione del Jobs Act e all'applicazione della nuova legislazione nelle strutture ospedaliere.

I relatori sono stati l'avv. Sonia Gallozzi, giuslavorista e consulente della Sede nazionale Aiop e il dr. David Trotti, consulente del lavoro dell'Associazione, i quali con la loro lunga esperienza e grande competenza hanno offerto una illustrazione completa ed approfondita della nuova normativa, rispondendo anche alle domande dei presenti in maniera esaustiva.

Si è registrata una grande partecipazione associativa, con oltre 50 partecipanti, che hanno seguito con molta attenzione gli intensi lavori del seminario e che, con la loro presenza, hanno premiato l’iniziativa dell’Aiop, giudicandola molto utile e di grande interesse in una tematica attualissima quale quella del jobs act.

Prossimamente la Scuola di formazione Aiop affronterà altri temi di interesse del comparto, affinchè coloro che operano nella aziende associate possano ampliare e migliorare sempre più le loro competenze ed essere sempre aggiornati.

Jobs act palermo

presentazione Jobs Act

Barbara Cittadini riconfermata vicepresidente nazionale di Aiop

on . Postato in Notizie

IMG 4615cittadini Barbara Cittadini è stata confermata vicepresidente nazionale di Aiop. L’elezione è avvenuta ieri pomeriggio a Roma, nel corso della prima riunione del nuovo consiglio nazionale dell’Associazione italiana ospedalità privata, insediatosi dopo l’assemblea di fine maggio, conclusasi con la nomina a presidente di Gabriele Pelissero. L’incarico a Barbara Cittadini, presidente di Aiop-Sicilia e del consiglio di amministrazione della casa di cura Candela di Palermo, premia una storia personale e professionale di elevato profilo e l’impegno profuso nella vita associativa. "In questo triennio, ci attendono sfide importanti, nella quali dimostreremo che gli ospedali privati accreditati, in una fase caratterizzata da una riforma di sistema finalizzata ad una riorganizzazione ed a un efficientamento quali quantitativo, sono in grado di ristrutturare la loro offerta sanitaria per dare un risposta puntuale, efficiente e di qualità alla domanda di salute degli italiani e garantire  quella sinergia e complementarietà, prevista dal legislatore - afferma Barbara Cittadini -.Il Regolamento Balduzzi, che sarà operativo a partire dal 19 giugno, cambierà radicalmente l'attuale assetto del sistema. Un Regolamento che presenta, anche, alcune criticità in merito alle quali, negli ultimi due anni, l'Aiop si è confrontata, in una logica assolutamente costruttiva, con il ministero della Salute. Al riguardo, ritengo indispensabile che il Ministero emani dei provvedimenti attuativi, che consentano un implementazione omogenea del Regolamento nelle varie regioni, evitando interpretazioni territoriali, che rischierebbero di delineare un Paese con ventuno sistemi regionali, con modelli assai diversi tra di loro, che determinerebbero eterogeneità  dei livelli assistenziali e difformità destabilizzanti per gli utenti e per gli erogatori.  Se l’obiettivo è quello di garantire il mantenimento di un welfare sanitario universale e solidaristico e lo strumento per consentirlo è il conseguimento di maggiori livelli di efficienza, a mio avviso, la scelta migliore è quella di consentire la libera scelta del cittadino, responsabilizzando gli erogatori, in un pluralismo che deve essere presupposto di competitività virtuosa, codificando un finanziamento rigidamente legato alle prestazioni effettivamente erogate, tutelando libertà di scelta e di mobilità, intesa come diritto dei cittadini ma, anche, come strumento di per incrementare la qualità. È un obiettivo ambizioso, ma i Paesi dell’Ue, che si muovono in questa direzione, stanno affrontando molto bene le crisi del welfare sanitario.“In questi ultimi mesi, inoltre, è stato acceso il dibattito sui 'tagli' alle Regioni, previsti dalla legge di stabilità 2015- aggiunge Barbara Cittadini -.. La minori rimesse alle Regioni, per 4 miliardi di euro, produrranno una riduzione delle risorse al settore sanitario di circa 2 miliardi.  Per onestà intellettuale, bisogna chiarire che sono stati i Presidenti delle Regioni a richiedere al Governo centrale che due dei quattro milioni di tagli venissero espressamente destinati al settore sanitario. L’intesa tra Stato e Regioni dovrebbe essere definita a breve. Il nostro auspicio è quello che il Governo continui a rigettare la richiesta dei presidenti delle regioni di operare ulteriori tagli alle prestazioni sanitarie e imponga una riorganizzazione del sistema degli acquisti da parte del comparto pubblico, perché è lì che si generano gli sprechi più evidenti. Se, invece, la scelta ricadrà su ulteriori tagli lineari, indiscriminati, il solo risultato attendibile sarà un peggioramento della qualità del sistema sanitario ed una riduzione delle prestazioni, con il rischio di non garantire i Livelli di assistenza. L’Aiop nazionale è impegnata, anche, su questo fronte - aggiunge Barbara Cittadini -. Non si può immaginare di “fare cassa” non operando scelte di sistema strutturali, finalizzate a ridurre gli sprechi reali ma riducendo le risorse alla sanità privata che garantisce prestazioni, in un momento nel quale, come testimoniano le ricerche di mercato, il pubblico non riesce a rispondere alla domanda di salute degli italiani, le liste di attesa crescono e la spesa " out of pocket" degli italiani aumenta. Occorre una programmazione finalizzata ad eliminare sprechi e duplicazioni là dove, effettivamente, si annidano, che non riduca servizi e prestazioni agli italiani. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e il premier Matteo Renzi, peraltro, hanno reiteratamente sostenuto la necessità di non ridurre le risorse destinate alle prestazioni sanitarie e che è compito dei Presidenti delle Regioni operare i tagli dove ci sono sprechi reali ed evidenti. L'Aiop si adopererà affinché in Italia si riesca a implementare una riforma di sistema caratterizzata da una reale integrazione tra pubblico e privato che, in una virtuosa sinergia, garantiscano un offerta sanitaria  che risponda alle esigenze e alle aspettative degli italiani».